La Lazio di Sarri e l’Inter di Inzaghi vorrebbero cambiare modulo ed affidarsi alle ali. Ecco che spunta il nome di Kostic dell’Eintracht Francoforte. Ma chi è questo calciatore?

 

Filip Kostic classe 1992 è sia un centrocampista che un’ala molto esplosiva, un vero talento, nato in Serbia, cresciuto nel vivaio del Radnički 1923. Spesso sottovalutato, ma i numeri sono dalla sua parte, oggi è diventato un vero centrocampista box to box, preferisce giocare a sinistra, supera il metro e ottanta di altezza, ed è dotato anche di grande atletismo.

Ha giocato nella massima serie serba con il Radnički Kragujevac e nella massima serie olandese con il Groningen.

 

Il 9 agosto 2014 viene ufficializzato il suo passaggio allo Stoccarda, con cui firma un contratto quinquennale.

 

Advertisement

Con la retrocessione dello Stoccarda nella stagione 2015-2016 si aprono per lui le porte del mercato. Nello stesso mercato viene quindi ceduto all’Amburgo, che alla sua seconda stagione in squadra retrocede in seconda divisione.

 

Dopo aver espresso la propria volontà di lasciare il club il 20 agosto 2018 si trasferisce in prestito biennale all’Eintracht Francoforte

 

Ma che tipo di calciatore è Kostic? Il suo profilo si adatta perfettamente allo stile di gioco della formazione nerazzurra: nel corso degli anni si è trasformato in un calciatore abile nel coprire tutta la fascia sinistra, spiccando soprattutto per la velocità e la tecnica in dribbling, qualità che gli permettono di saltare facilmente l’uomo ed arrivare al cross o al tiro. Il suo mancino è particolarmente delicato, anche se fra i punti deboli c’è la scarsa propensione ad utilizzare il piede destro.

 

La capacità di crossare è senza dubbio l’arma della casa, la tecnica che gli ha permesso di fornire la maggior parte degli assist ai compagni. Allargandosi bene sulla fascia sinistra, infatti, Kostic si trova spesso in posizione privilegiata per far spiovere palloni all’interno dell’area di rigore.

 

Potrebbe essere un ottimo acquisto sia per Sarri che per Inzaghi che hanno bisogno di giocatori simili per perfezionare il loro gioco.

 

nella stagione appena andata in archivio, ha totalizzato 4 gol e la bellezza di 17 assist, una peculiarità che hanno reso il giocatore uno dei più prolifici in fase di cross nei top 5 campionati europei, I passaggi chiave sono la sua specialità visto che in Germania è arrivato in totale oltre quota 60. Il club teutonico avrebbe chiesto una cifra pari a 20-25 milioni sia all’Inter che alla Lazio.

.

Il classe ’92 è anche uno specialista dei piazzati, dato che il 5% di quelli battuti da lui si è tramutato in gol. E’ fenomenale nel piazzare la sfera alle spalle della difesa avversaria,come già anticipato, lasciando così poco scampo alle retroguardie, sfruttando al massimo il tempismo dei suoi compagni. È in questo modo che si è sviluppato il feeling con André Silva.

Kostić ha giocato per la Serbia a livello under 19 e under 21 . Negli spareggi di qualificazione del Campionato Europeo Under 21 UEFA 2015 , ha segnato la vittoria contro la Spagna. Il 7 giugno 2015, Kostić ha fatto il suo debutto con la nazionale maggiore della Serbia contro l’Azerbaigian in un’amichevole vinta per 4-1 a Sankt Pölten , in Austria, lasciando il posto a Lazar Marković dopo 56 minuti. Ha giocato la sua prima partita ufficiale con la Serbia il 13 giugno 2015 nel Gruppo I di qualificazione a UEFA Euro 2016 contro la Danimarca . Il 5 settembre 2016, ha segnato il suo primo gol internazionale contro la Repubblica d’Irlanda nel 2-2. Nel giugno 2018, è stato selezionato nella squadra serba per la Coppa del Mondo 2018, giocando tutte e tre le partite della fase a gironi.

e tu che ne pensi di Kostic? Può essere un buon acquisto per la Lazio e Inter?

Lascia un commento qui sotto!

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui