Chi è Sergio Oliveira?

Sérgio Miguel Relvas de Oliveira, per tutti Sergio Oliveira, è un centrocampista classe ’92 del Porto, che piace tantissimo alla Fiorentina.

 

Jorge Mendes agente anche di Gattuso, lo vuole portare in Italia. Cresciuto nei dragões fin dall’età di 10 anni, nel 2009 Sergio Oliveira è stato il più giovane esordiente nella storia del Porto (a 17 anni, 4 mesi e 15 giorni) ed è reduce dalla miglior stagione della carriera, con ben 20 gol e 7 assist (più 11 ammonizioni) in 48 partite tra campionato e coppe. Per un centrocampista questi numeri sono sorprendenti infatti lui è il secondo miglior marcatore della sua squadra dopo la prima punta Taremi con ben 23 gol.

 

ha giocato sia nei due centrali di centrocampo nel 4-2-3-1 e nel 4-4-2, sia come interno nel centrocampo a tre nel 4-3-3. è uno specialista dei calci piazzati, ha realizzato 11 gol su calcio di rigore e sue su punizione. ha giocato qualche volta anche come trequartista o come mediano. un giocatore molto duttile e preciso con un ottimo piede destro, 181 centimetri di altezza per circa 72 kg, può ricoprire più ruoli in mezzo al campo. 

è stato protagonista di una bellissima doppietta contro la Juventus in Champions, Protagonista nell’ottimo percorso europeo del Porto, dopo il girone passato agilmente alle spalle del Manchester City (c’erano anche Marsiglia e Olympiakos) e l’eliminazione ai Quarti facendo sudare il Chelsea poi campione d’Europa. Una stagione, in cui è arrivata anche la Supercoppa di Portogallo e il 2° posto in campionato, giocata per larghi tratti da capitano: altro segno del peso specifico del giocatore nell’assetto di Conceição.

 

Sérgio Oliveira è un prodotto del vivaio del Porto, ma la prima esperienza da professionista la fa con la maglia del Beira-Mar nel 2010, club appena promosso in prima divisione. Con solo 6 gare di campionato, 12 in tutto.

 

Dopo una parentesi in Belgio non molto fortunata con il Mechelen, il centrocampista torna in Portogallo per giocare con la maglia del Penafiel, in seconda divisione. È il ritorno al Porto, però, nella squadra B, che segna una prima svolta positiva nella carriera di Sérgio: 36 presenze, 6 gol e 3 assist gli valgono l’interessamento del Pacos de Ferreira nella stagione successiva.

 

Nella seconda metà della stagione 2018/19, veste la maglia del PAOK Salonicco, dove vinse il campionato da protagonista, e con le ottime prestazioni torna a casa finalmente per prendersi col passare del tempo, un posto fisso nell’undici titolare di Sérgio Conceição, diventando protagonista di un’annata dove come anticipato, incredibile

 

Sono usciti in Europa contro il Chelsea che poi si rivelato molto forte vincendo la competizione




ESPERIENZA INTERNAZIONALE.

150 partite con 34 gol e 23 assist con la maglia del Porto, mentre 6 gol e 2 assist in 65 partite al Paços de Ferreira. Un giocatore anche con esperienza europea: 29 le partite tra Champions ed Europa League (7 gol), mentre 10 le apparizioni in Nazionale maggiore portoghese (dove è stato protagonista in tutte le selezioni giovanili, arrivando 2° sia al Mondiale U20 nel 2011 che nell’Europeo U21 del 2015). Il ct Fernando Santos lo ha convocato per il prossimo Europeo, dove il Portogallo sfiderà nel girone ‘di ferro’ Francia, Germania e Ungheria.

 

8 TITOLI. In bacheca, per Sergio Oliveira, ci sono 2 campionati, 2 coppe e 2 supercoppe del Portogallo, oltre a 1 campionato e a 1 coppa di Grecia, per un totale di 8 titoli. A livello individuale l’ultima ottima annata lo ha portato ad essere eletto dalla Uefa nella ‘Squadra della Stagione’ della Champions League.

Lascia un commento