chi è Lo Celso?

La Juve ed il Tottenham, avrebbero cominciato a lavorare per un importante scambio di mercato a gennaio.

 

Si tratta di uno scambio tra Kulusevski e Giovani Lo Celso, che sta trovando poco spazio con Conte, quindi potrebbe vedere di buon occhio un eventuale trasferimento.

 

Ma chi è Giovani Lo Celso? Può fare bene alla Juventus? Scopriamo insieme le sue caratteristiche e carriera.

 

Giovani Lo Celso è nato a Rosario, il 9 aprile del 1996, è un calciatore argentino di origini italiane con doppia cittadinanza, centrocampista del Tottenham e della nazionale argentina, con cui si è laureato campione del Sud America nel 2021.

Nasce come trequartista nelle giovanili del Rosario Central, ma nel tempo è stato utilizzato anche in altri ruoli, sia come mezzala in un centrocampo a tre che come interno in uno schieramento a due.

 

Ha bruciato i tempi, visto le sue caratteristiche da predestinato:

Piede mancino con tecnica sublime, controllo di palla fantastico, visione di gioco, tiro potente e preciso, passaggi millimetrici, facilità di dribbling, posizione in campo e duttilità.

 

Insomma un calciatore completo, che ha soltanto un punto debole, non si muove molto, un po pigro in tante partite, ma ha un talento incredibile.

 

Debutta in prima squadra il 19 luglio 2015, contro il Vélez, senza lasciare il segno. Ma nella prima stagione disputa in tutto 16 presenze; e nelle successive 2 stagioni, ovvero 2016 e 2016-2017, gioca in totale 38 partite con 3 reti siglate, numeri incredibili per un classe 1996.

 

Si fa notare in Argentina e inizia a giocare anche con l’Argentina olimpica e maggiore, sono ben 36 gare e 2 gol per lui, partecipando anche ai mondiali del 2018 e ad altri tornei negli anni successivi. Infatti vince la Copa America quest’anno giocando 6 partite in totale.

 

Passa al PSG nel luglio del 2016, ma non ha mai trovato continuità con la squadra francese, infatti rimane in prestito al Rosario in quella stagione e va a giocare poi in Spagna al Real Betis.

 

Al Real Betis fa una stagione incredibile, con 45 partite disputate, 16 gol e 6 assist, rilanciandosi alla grande, ma a Parigi, merito anche di un ambiente particolare con tanti fenomeni non diventerà mai un pilastro.

 

E allora nel luglio del 2019 cambia aria finalmente, facendo una scelta molto azzeccata quella di andare in Premier dagli Spurs.

 

Oggi può fungere da centrocampista in una linea a quattro o da regista avanzato alle spalle delle punte, in un 2-3-3-2 rende molto bene. Ma può giocare bene in tutti i moduli visto la duttilità e esperienza acquisita.

 

Ha fatto bene anche con il Tottenham, conquistando tanti minuti e quasi sempre titolare soprattutto nella prima stagione, con 28 partite in campionato e gol decisivi anche in Champions e poi in Europa League nelle altre stagioni.

 

Per l’età che ha è fortissimo e ha una grande esperienza internazionale, potrebbe essere molto utile. In totale in carriera ha giocato già 223 partite con 33 gol e 31 assist per i club.

 

Ma tu che ne pensi di Lo Celso? Può fare bene in serie A? Lascia un commento qui sotto!



Lascia un commento