Chi è Buksa?

Il Genoa ha ingaggiato ufficialmente l’attaccante polacco Aleksander Buksa, a soli 18 anni, dal Wisla Cracovia. Il giovane originario proprio di Cracovia ha vestito le maglie delle rappresentative polacche Under 15, Under 16, Under 17 e Under 19. Pensa che in soltanto tre stagioni, ha già collezionato 38 presenze in Ekstraklasa e nella stagione 2019/20 è diventato il più giovane marcatore nella storia del Wisla nel massimo campionato polacco e il secondo più giovane marcatore nella storia del torneo.

 

Ma chi è Aleksander Buksa? Può diventare un buon giocatore per la nostra Serie A?

Scopriamolo insieme! Ma prima di partire mi raccomando, lascia un commento qui sotto!

 

Ora il Genoa di Preziosi proverà a ripetere con lui il fortunato percorso vissuto dal suo connazionale Krzysztof Piatek, acquistato dal KS Cracovia nell’estate 2018 a 23 anni e ceduto a gennaio del 2019 (dopo 19 gol in 21 presenze tra Serie A e Coppa Italia) per 35 milioni di euro più bonus al Milan.

 

Ha preso Buksa nato a Cracovia il 15 gennaio del 2003, nel 2020 è stato inserito dal Guardian nella lista dei migliori sessanta talenti nati nel 2003.

 

è il fratello minore di Adam Buksa, punta centrale del Pogon Szczecin e punto fermo delle nazionali giovanili polacche.

 

Il più piccolo dei Buksa ha iniziato a giocare a calcio nel Bronowianka Kraków poi, nel 2012, è entrato a far parte dell’Akademia Pilkarska 21 (l’Academy del Wisla), dove è rimasto due stagioni prima di venire inserito stabilmente nel settore giovanile del Wisla.

 

Dopo essersi messo in mostra nel vivaio del Wisla, entrando nel giro delle nazionali del suo paese (ha messo a segno 4 reti in altrettante partite con l’U16) e giocando anche la UEFA Youth League, Buksa Ha esordito in prima squadra a poco più di sedici anni, il 22 aprile 2019 disputando l’incontro di Ekstraklasa perso 3-2 contro il Wisła Płock.

Aleksander Buksa è un giovane alto quasi un metro e 90 e dal peso di 73 chili: nonostante un fisico ancora in formazione, il centravanti appare già piuttosto abile a proteggere palla e far salire la squadra ed è dotato già di un buon fiuto del gol.

 

è un centravanti molto efficace negli ultimi sedici metri di campo, sente la porta e sfrutta il suo fisico e altezza per ritagliarsi lo spazio difendendo la palla e aprendo varchi per gli inserimenti dei compagni. Bravo nel gioco aereo, sa rendersi pericoloso sia in area di rigore, sia dalla lunga distanza, inoltre, ha un “educato” piede mancino che gli consente di realizzare delle giocate di pregevole fattura.

 

Conosce bene i movimenti del “bomber di razza”, tagliando spesso sul primo palo e disorientando il marcatore con i suoi continui cambi di direzione in fase di smarcamento.

 

Non essendo molto veloce, non è molto pericoloso quando deve “attaccare la profondità” ed inoltre, come è normale che sia considerando la giovane età, ha bisogno di irrobustire il suo fisico per diventare un vero bomber alla Lukaku. Per essere più competitivo nei duelli spalla a spalla.

 

Ha una spiccata personalità, dimostra una grande maturità in campo, giocando con la calma di un veterano.

 

Ha siglato il primo gol tra i professionisti nel 2019 a neanche un quarto d’ora dal suo ingresso in campo, all’età di 16 anni e 220 giorni, diventando il più giovane marcatore della storia del Wisla. 

 

Il Genoa lo ha preso da svincolato, un ottimo colpo a costo zero! Ma tu che ne pensi di Buksa? Può essere il nuovo Piatek? Può far bene in serie A? Lascia un commento qui sotto!

Lascia un commento