Chi è Luis Diaz?

Secondo Antena 2, giornale argentino, i giallorossi sarebbero interessati a Luis Diaz, esterno colombiano classe 1997 capocannoniere della Copa America con 4 reti a pari merito con Leo Messi.

 

Il giocatore di proprietà del Porto scoperto da Valderrama, ha una clausola rescissoria di ben 80 milioni, ma il suo valore si aggira sui 20 milioni, ma dopo un’ottima Copa America, arrivati al terzo posto, lui protagonista insieme a Cuadrado, e il fatto che su di lui ci sono altre squadre di serie A e di Premier, la richiesta della squadra portoghese aumenterà.

 

Su di lui ormai ci sono Inter, Napoli e soprattutto il Tottenham.

 

Ma chi è questo calciatore colombiano che ormai piace a tutti? Quali sono le sue caratteristiche e storia? Scopriamolo insieme, ma prima di partire lascia un commento qui sotto su quello che pensi del giocatore.

 

Luis Fernando Díaz Marulanda è nato a Barrancas il 13 gennaio del 1997, è un calciatore colombiano, centrocampista o ala del Porto e della nazionale colombiana.

 

Cresciuto nelle giovanili del Barranquilla, Luis Diaz ha esordito in prima squadra il 13 aprile 2016 in una patita di Copa Colombia e in quella stagione è migliorato tanto giocando spesso, con 19 presenze e 2 gol in Primera B. Nel 2017 gioca 15 partite in campionato sempre con la stessa squadra, per poi passare a metà stagione in Primera A, allo Junior, con cui gioca altre 12 gare segnando un gol. L’anno della sua consacrazione è però il 2018 quando in 38 partite di campionato mette a segno 13 gol, e infatti arriva la convocazione in nazionale, giocando 3 partite e mettendosi in mostra. 

 

Luis Diaz, inevitabilmente, non ci ha messo molto a fare colpo agli scout delle squadre europee e sudamericane. Dopo tre stagioni, con ben 19 gol, era già troppo veloce, troppo tecnico per il campionato colombiano, e alla fine l’Atletico Junior lo ha ceduto al Porto, che per portarlo in Europa ha dovuto battere la concorrenza di Zenith e River Plate.

 

Con il Porto iniziò a vincere tutto, facendosi vedere ad ottimi livelli anche nelle competizioni europee. Infatti nella stagione 2019/2020 vinse il campionato portoghese e la coppa di portogallo e nella stagione seguente anche la supercoppa portoghese.

 

é diventato uno dei pilastri della squadra e nell’ultima stagione ha fatto con 48 presenze, 11 reti e 6 assist.

è un’ala leggera e difficile da prendere, parte da sinistra e si accentra per trovare l’assist oppure la finalizzazione personale. Ha una dote incredibile quella di superare con facilità gli avversari: non a caso è il migliore della Liga per dribbling riusciti (3.2 ogni 90′). Díaz salta l’uomo con uno stile istintivo e semplice, accompagnando le sterzate e – solo quando serve – qualche colpo più appariscente con un primo passo bruciante.

 

Meglio non lasciarlo libero di giocare, se trova un pò di spazio può essere devastante. Il suo primo gol in Champions League, contro il Manchester City, è una perfetta dimostrazione di come sappia generare scompiglio: partendo da sinistra, ha tagliato tutto il campo internamente fino a entrare in area e costruirsi un diagonale di destro sul secondo palo.

Conceição lo sta utilizzando anche come seconda punta, infatti è bravo anche a segnare, se andiamo a vedere i suoi numeri complessivi sono impressionanti, con 178 partite ufficiali, 45 gol e 20 assist, ma da ricordarsi che prima del Porto giocava quasi sempre a centrocampo o sulle fasce.

 

In questa Copa America ha incantato, da sottolineare il gol in rovesciata di Luis Diaz, rifilata al Brasile. Un cross bellissimo dalla destra di Cuadrado, palla in mezzo dove Luis Diaz ha insaccato in rete quello che secondo me è stato il gol più bello della manifestazione.

 

Con 180 cm e 78 kg, è una freccia, che può fare molto bene in Serie A. Potrebbe essere un’ottima scelta per Mourinho o Inzaghi, vediamo se una di queste squadre riuscirà ad accontentare il Porto e il calciatore.

 

E tu che ne pensi di Luis Diaz? Può essere un giocatore giusto per la nostra serie A? Lascia un commento qui sotto!

 

Lascia un commento