Chi è Luka Romero?

Il mercato della Lazio sta esplodendo! Tare è partito in quinta, con ufficialità incredibili, calciatori molto interessanti, colpi di prospettiva e di esperienza in serie A.

 

è riuscito ad aggiudicarsi il giovanissimo Luka Romero. Il “mini Messi”, classe 2004, che partirà in ritiro con la prima squadra e con ogni probabilità giocherà nella primavera laziale, ma nel calcio non si sa mai cosa può succedere.

 

Ma chi è Luka Romero? Cosa ci fa questo talento in Italia? Scopriamo insieme le sue caratteristiche e storia.

 

Luka Romero Bezzana è nato a Durango il 18 novembre 2004, è un calciatore argentino, centrocampista della Lazio, ex Maiorca. Già nel giro delle nazionali Under.

 

Luka Romero è stato il più giovane debuttante della storia in Liga a 15 anni e 219 giorni ed è considerato uno dei prospetti più interessanti della sua età a livello mondiale: 30 gol in 108 partite con le giovanili del Mallorca e subito gli è toccata l’etichetta di “Mini Messi” viste le caratteristiche fisiche e il ruolo in cui gioca.

 

Aggiungeteci poi un’ altezza non troppo elevata, la nazionalità argentina, il baricentro basso ed un mancino fatato e il gioco è fatto. In patria, infatti, molti giornalisti ed osservatori hanno le idee chiare e già hanno provveduto a soprannominare il talentino classe 2004 come il “mini Messi”.

 

Ha firmato la sua prima rete da professionista il 29 novembre 2020 contro il Logrones e ha chiuso la stagione con 6 presenze e 1 gol in Liga 2.

Il talentino con passaporto argentino si è trasferito giovanissimo in Spagna ad 11 anni, per vestire la maglia del Mallorca, ha già fatto parlare di sé in tutta Europa con quel soprannome ma alla fine Luka ha scelto la Lazio, subito pronta a blindarlo con un quinquennale.

 

è un numero 10 dotato di una tecnica sopraffina, straordinario quando parte in accelerazione palla al piede, è in grado di superare in slalom 2-3 avversari, creando scompiglio nell’intera difesa avversaria in pochi secondi. 

 

Risulta devastante partendo dalla destra e accentrandosi per usare il suo sinistro sopraffino. 

 

Molto bravo nel proteggere la palla, per merito del baricentro basso e della sua grande forza nelle gambe. Fisicamente normolineo, ma abbastanza massiccio, non è per niente facile da spostare neanche per i difensori più prestanti.

 

Ha una spiccata personalità, Romero è sempre un leader delle sue squadre e, non a caso, è anche stato capitano delle diverse squadre giovanili dove ha giocato. Tatticamente il suo ruolo è quello di trequartista, ma può anche agire da “finto nove” come il suo idolo Lionel Messi.

 

Ma Cosa deve migliorare? Sicuramente la forza fisica, ma ricordiamoci l’età, può migliorare il destro e il gioco aereo. Ma già oggi possiede: una grande Tecnica generale, dribbling, accelerazione palla al piede, visione di gioco, capacità balistiche, assist, personalità, tiri da fermo, controllo di palla. Niente male per un ragazzo così giovane. Penso sia uno dei migliori acquisti fatti dalla Lazio in prospettiva. 

 

Dovrebbe essere il gioiello dell’Under 19 di Calori: Maurizio Sarri vorrà comunque valutarlo e poi si deciderà se aggregarlo subito in prima squadra o se fargli fare un percorso di crescita diverso.

 

Attenzione a non bruciarlo, può giocare in A subito? Meglio attendere una o due stagioni, con alcune possibilità di fare qualche partita con la prima squadra, ma secondo me è meglio avere pazienza e farlo diventare un fenomeno vero. Poi nella vita e nel calcio tutto può succedere, ma non tutti sono come Messi.

 

E tu, cosa pensi di Luka Romero? Può diventare forte come Messi? Può giocare subito in prima squadra? Lascia un commento qui sotto.

 

Lascia un commento