Visto che si sta definendo il trasferimento di Kluivert al Nizza, Pinto pare intenzionato a materializzare l’offerta finale per Xhaka. Un rilancio che ora, il dirigente portoghese, potrà fare più a cuor leggero.

 

Sta per arrivare presto a Trigoria Granit Xhaka, visto che l’Arsenal ha annunciato ufficialmente l’acquisto di Lokonga, sulla carta l’erede dello svizzero.

 

Il giocatore non vede l’ora di riempire la mediana della squadra di Mourinho, corteggiato da tempo dall’allenatore portoghese e con molta probabilità di diventare un pilastro della sua squadra.

 

Ma chi è Granit Xhaka? Può fare bene in serie A? Scopriamo insieme le sue caratteristiche e carriera. Lascia un commento qui sotto su quello che pensi del calciatore.

 

Granit Xhaka è nato a Basilea il 27 settembre del 1992, è un calciatore svizzero di origini albanesi provenienti dal Kosovo, centrocampista dell’Arsenal e della nazionale svizzera di cui è capitano.

 

Cresce tra le fila del Basilea, nella squadra della sua città, dove diventa il beniamino del club, visto la tecnica sopraffina, e la visione di gioco fuori dal comune. Cresce nei vivai della squadra insieme al fratello più grande di un solo anno. Ma è lui il calciatore più dotato in famiglia, di maggiore talento, Da ricordare la vittoria del mondiale Under 17 con Svizzera!

Nel 2012 viene acquistato dal Borussia Mönchengladbach per circa 8 milioni e mezzo di euro. Aveva collezionato 63 presenze, 3 gol e 7 assist con il Basilea, giocando sempre, e vincendo 2 campionati svizzeri e 1 coppa Svizzera. Un pilastro della rosa.

 

E con la nuova squadra non ci furono sorprese, anche lì ha brillato, con il club bianconero colleziona 140 presenze e 9 gol, giocando anche in Champions League e acquisendo molta sicurezza e esperienza internazionale, entrando a far parte della sua nazionale da titolare fisso anche lì, una certezza da anni.

 

Dalla stagione 2016/2017 passa all’Arsenal, che lo prende per una cifra di 45 milioni di euro. Un investimento clamoroso dei Gunners, ma un investimento andato a buon fine. Diventa prezioso per la squadra, vincendo da protagonista due coppe e due supercoppe inglesi. Ma ora si trova ai margini della squadra e vuole cambiare aria.

 

Gioca 220 partite, con 13 gol e 22 assist, molto importanti per le vittorie della squadra, più tutto il lavoro di costruzione di gioco, difensivo, di movimentazione e tattico.

 

é un vero e proprio leader di gioco, detta i tempi della squadra, un regista mancino unico nel suo genere. Ha una grande visione e qualità di gioco, con spiccate doti fisiche in fase di interdizione e una buona conduzione del pallone a testa alta.

 

Può anche adattarsi andando a giocare come trequartista, ma pensa che per sue caratteristiche può diventare in caso di emergenza anche un difensore centrale, insomma un giocatore multifunzionale, che può essere un jolly per Mourinho e anche in vista del Fantacalcio.

 

Con 183 cm, ha un ottimo fisico con una buona potenza aerobica, un trattorino che non si ferma facilmente, deve curare un pò il carattere e il comportamento fuori dal campo, ma Mourinho è abituato a queste cose e lo può raddrizzare facilmente.

 

Ha una capacità di leggere le azioni in grande anticipo mostruosa, ha una capacità di far sembrare giocate complesse, molto semplici che solo chi ne capisce un pò di calcio se ne accorge di questa abilità, a volte sembra di vederlo camminare, perché anticipa sempre gli avversari e quando ha la palla gioca facile, senza farsi notare.

 

Secondo me può fare grandi cose alla Roma, e Mourinho lo sa!

 

Ma tu? Che ne pensi di Xahka? Può fare bene in serie A? Lascia un commento qui sotto!

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui