Chi è Lorenzo Colombo?

I piccoli bomber crescono, Lorenzo Colombo Dall’Under 15 all’Under 19 ha sempre vestito la maglia della Nazionale. Come nella finale dell’Europeo Under 17 persa contro l’Olanda 4-2, segnando una doppietta. Una competizione dove ha brillato, facendosi notare in tutt’Europa.

 

Nell’ultima stagione giocata nel campionato Primavera con il Milan, ha fatto 9 gol in sole 6 presenze, e poi i prestiti per farlo crescere altrove. Ha già segnato tanto, oggi alla Spal, fa la differenza.

 

Con un Ibrahimovic ormai a fine carriera, lui potrebbe dalla prossima stagione rientrare a casa, e aiutare il Milan nella crescita e strutturazione della rosa, affiancato a Giroud e ad un altro probabile acquisto.

 

Ma chi è Lorenzo Colombo? Scopriamolo insieme.

 

Nato a Vimercate (provincia di Monza e Brianza) l’8 marzo del 2002, Colombo è un giocatore cresciuto nel settore giovanile del Milan.

 

Figlio d’arte, in quanto il padre, Angelo Colombo, esterno destro che tra le altre ha vestito la maglia del Milan anche lui.

Ha seguito i consigli del padre e le prodezze di Gabriel Omar Batistuta, suo idolo da sempre.

 

Il mancino alto 183 cm, forte fisicamente, debutta con la prima squadra, dopo una marea di partite con le giovanili, Il 12 giugno 2020, in semifinale di Coppa Italia a Torino contro la Juventus. 8 minuti dalla fine Stefano Pioli lo fa entrare al posto di Paquetà.

 

Nella stagione successiva viene inserito in prima squadra, per fare il riserva di Ibrahimovic, scelta coraggiosa da parte del club, visto la poca esperienza.

 

Il 24 settembre 2020 debutta nelle coppe europee nel turno preliminare di Europa League contro il Bodø/Glimt realizzando la sua prima rete tra i professionisti.

 

Con i suoi 18 anni e 200 giorni Lorenzo ha scalzato Cutrone, come il più giovane ad aver segnato nelle competizioni europee per il Milan.

 

Con il Milan finora ha giocato, 11 partite e 1 gol, ma in questa stagione con la Spal in serie B, sono già 10 presenze e 5 gol.

 

Ha un ottimo senso del gol, molto bravo a calciare, anche dalla lunga distanza, diventando un ottimo rigorista, con un mancino delicato e incisivo.

 

In possesso di una buona tecnica di base, è bravo a smarcarsi molto bene nell’area di rigore, segnando delle reti da bomber opportunista.

 

Deve migliorare il suo destro per essere ancora più efficace e il gioco di sponda, di spalle alla porta.

 

Sa lottare molto bene, usa il fisico nel modo giusto e in aria di rigore non sbaglia quasi mai, attaccando sempre la porta, anche nelle giocate aeree non attende il cross perfetto, ma si butta in cerca di colpire il pallone.

 

Da ricordare anche che per colpa di un infortunio al metatarso, lo ha costretto a saltare i Mondiali Under 17 in Brasile.

 

E dopo il suo faticoso recupero, andò in prestito alla Cremonese per qualche mese, segnando 1 gol in 13 partite, ma ancora non era al 100%, giocando in totale soli 304 minuti.

 

Ora le cose sono cambiate, con la Spal in B, è sempre titolare, recuperato al meglio, è uno dei pilastri della squadra, e sembra che per lui la doppia sarà facile da raggiungere visto le prestazioni.

 

Cosa ne pensi di Colombo? Può giocare dalla prossima stagione al Milan?

Lascia un commento