Chi è Hincapié?

Un nome nuovo per la difesa della Lazio che sembra ormai ad un passo. Si tratta di Piero Hincapié, centrale ecuadoriano che gioca in Argentina e su cui mezza Europa tiene sott’occhio. Secondo quanto riferito dai media sudamericani è praticamente fatta per il trasferimento del giovane difensore del Talleres alla Lazio, rispetto alle italiane che già avrebbero messo gli occhi su di lui, tra cui Atalanta, Milan e Samp. In Spagna anche l’Atletico Madrid ci ha fatto un pensiero, oltre che il Betis.

Hincapié, classe 2002, è uno delle piacevoli sorprese di questa Coppa America, sempre titolare con l’Ecuador. Nella sfida contro la Colombia ha annullato di fatto Duvan Zapata. Centrale difensivo che milita in Argentina nel Talleres, club che lo prelevò per meno di un milione di euro dagli ecuadoriani dell’Independiente del Valle, lo stesso club dove l’Atalanta pescò Cabezas.

 

Ma chi è questo difensore così ricercato? Lo scopriamo assieme, ma prima di partire scrivi un commento qui sotto su cosa pensi del mercato della Lazio e se questo calciatore può essere un ottimo acquisto per la nostra serie A.

 

Hincapié, ad oggi, è valutato circa 6-7 milioni e per molti è considerato un crack. 

è un classe 2002 nato a Esmeraldas il 9 gennaio 2002. Milita nel Talleres in Argentina, ma è ecuadoriano ed è già nel giro della nazionale. Se ne parla un gran bene, viene considerato uno dei migliori prospetti del calcio sudamericano, è un ottimo difensore che può agire come difensore centrale, ma anche terzino sinistro.

 

Hincapié è entrato da giovanissimo nel settore giovanile dell’Independiente Del Valle, che lo ha scovato e implementato al proprio vivaio per poi valorizzarlo in tutte le categorie. Parallelamente, il centrale ha anche militato nelle varie selezioni nazionali dell’Ecuador, giocando l’ultimo Sudamericano under 20.

 

Nel 2019 il Talleres in anticipo su tutti se lo è aggiudicato per meno di 1 milione di euro, un affare pazzesco che oggi frutterebbe una corposa plusvalenza. Un’intuizione, un’intuizione unica da parte degli argentini, sulla quale già ora ci si gode i frutti visto che Hincapié non solo è titolarissimo, ma ha anche giocato una fase a gruppi di Copa Sudamericana da paura.

 

Mancino naturale, Hincapié è il classico centrale da difesa a quattro che ama giocare con la palla tra i piedi. Parallelamente, mette a disposizione uno stile di gioco ruvido in marcatura e può essere anche un buon costruttore di gioco. 

 

Sa anche colpire di testa con 184 centimetri può essere pericoloso nell’area avversaria.

 

è un difensore centrale completo, essendo dotato di un “sensibile” piede mancino che gli permette di far partire l’azione con grande velocità, può anche dei lunghi lanci di precisione millimetrica.

 

Ha una buona visione di gioco e, in più di un’occasione, funge da regista difensivo, aiutando i centrocampisti nello sviluppo della manovra.

 

Competitivo nel gioco aereo, è anche veloce nell’allungo, una qualità che lo rende veramente difficile da superare nell’uno contro uno. Attento e concentrato nell’arco dei 90 minuti, si fa trovare pronto nell’eseguire le marcature preventive.

 

Ma come può essere il suo impatto nel calcio Europeo, molto più difensivo e tattico, speriamo di scoprirlo presto in Serie A. Ma tu che ne pensi di questo talento? Può essere l’uomo giusto, ci sarà un derby con la Roma per lui? Lascia un commento qui sotto.

Lascia un commento