Gli errori più grossi che puoi fare al fantacalcio

1. Non studiare.

Come si può pretendere di vincere senza aver studiato le squadre e giocatori della nostra lega di riferimento.

Senza avere almeno una sufficiente conoscenza del calcio e del nostro campionato.

È come guidare una macchina senza avere studiato il suo funzionamento e il codice della strada.

Secondo te come andrà a finire?

2. Non creare la tua lista dei giocatori.

Come puoi fare una bella asta se non ti organizzi bene?  Se non crei un’ottima lista dei giocatori su cui puntare durante l’asta?

Per vincere al fantacalcio, come sai, servono i giocatori giusti, non dare per scontata la creazione della tua lista.

Studia le statistiche dei calciatori che ti interessano di più, fissa delle priorità. Per ogni reparto individua le caratteristiche che stai cercando,  da ogni giocatore, per ogni ruolo specifico.

Crea anche una lista B e C, un piano b in caso di necessità, la lista è, la tua più grande e preziosa amica per iniziare bene la stagione fantacalcistica.

3. Non portare gli strumenti che ti servono per l’asta.

È fondamentale portare nel giorno dell’asta, tutte le cose che ti servono per farla al meglio.

La lista dei giocatori, carta e penna, Smartphone, tablet, statistiche dei giocatori, griglia portieri e difensori, cibi e bevande se non ci sono, lista Excel o app gestore d’asta, regolamento fantacalcio, un oggetto anti stress ecc.

Ma ricordati di portare soprattutto la “PAZIENZA”.

4. Non conoscere le regole della lega.

E anche qui si ritorna al solito discorso dello studio, più conoscenze hai, più potere avrai. Se non conosci il gioco del fantacalcio, sarai in balia del destino, potrai vincere solo per pura fortuna o caso.

È come giocare a scacchi senza conoscere le regole,  come puoi fare la prima mossa?

Non è meglio se prendi te le redini del gioco?

5. Non avere una strategia o modulo di gioco.

Meglio avere una strategia ben precisa e aver scelto come vuoi giocare durante la stagione.

Se decidi il modulo di gioco e come vuoi impostare la tua rosa, sarà molto più difficile creare la tua lista degli obiettivi e astare i calciatori giusti.

È come incastrare un puzzle senza avere un’immagine ben precisa, sfuocata.

Vuoi una squadra offensiva? Puntare sul centrocampo? Oppure avere i migliori difensori e portieri della serie A? Giocherò con il 3-4-3? Gioco con il mantra, quindi mi servono buoni trequartisti?

Più chiaro sei con te stesso, più semplice sarà creare la tua squadra e mantenerla al meglio per tutta la stagione.

6. Puntare solo su una squadra.

Molti cadono spesso su questa variabile, puntando su una squadra sola. Perché credono che in quella determinata stagione, sia la migliore e ti può regalare tanti bonus.

Ma in questo modo ti blocchi ai soli risultati di una partita alla volta, mediamente le squadre in serie A vincono con un massimo di 2 o 3 gol subendo almeno 1. Quindi si che avrai quei 3 gol quando la squadra scelta vince, ma allo stesso tempo ti limiti a pochi gol potenziali di una sola partita.

Se hai invece dei bomber di tre squadre diverse, puoi triplicare i potenziali gol, giocare con il calendario come vuoi e non aver paura di subirne tanti gol in quella giornata particolarmente difficile per la tua squadra.

Poi se scegli una delle big, come squadra di riferimento, quanto pensi che costeranno i giocatori?

Arriverai a metà asta senza un soldo, dovendo prendere per completare la tua rosa solo il peggio, lo scarto dello scarto.

7. Non suddividere il proprio budget prima dell’asta.

Ripartire il proprio budget a disposizione per ogni ruolo: portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti può aiutarvi tantissimo nella creazione di una rosa competitiva.

Così puoi valutare i rischi dell’investimento, sapendo sempre quanto puntare sul quel determinato calciatore senza sforare il budget, saprai per quel reparto specifico quanto investire  e sarai più concentrato e sereno nella scelta dei calciatori.

Perciò se iniziamo a ragionarci come degli investitori, come quelli di Wall Street, avremmo più possibilità di vittoria.

8. Farsi fregare dal tifo o dalle simpatie.

Il tifo verso una squadra può far salire il prezzo di un giocatore o reparto alle stelle, non farti influenzare appunto da questo. Prendi sempre i giocatori che ti servono e non quelli che ti piacciono.

Poi si ritorna al discorso di prima, puntare su una sola squadra, anche se è la tua squadra del cuore, ti limita tantissimo. Puoi perdere due volte, se la tua squadra reale “del cuore” perderà, è molto probabile che anche la tua squadra al fantacalcio uscirà sconfitta da quella giornata.

Non farti fregare dalla stima che hai nei confronti di quella determinata squadra o calciatore.

Valuta bene l’utilità degli investimenti che fai, non ti devono piacere i tuoi giocatori, ti devono far vincere!

È chiaro che se unisci entrambi le cose, ti divertirai di più.

9. Ascoltare i suggerimenti dagli amici avversari.

Non dico che gli amici non ti possono aiutare veramente e darti delle buone dritte. Ma pensa a queste due cose che ti dirò:

  1. Il tuo amico quanto sa di calcio? È veramente informato sulle squadre? Sta seguendo sul serio quei giocatori? Che conoscenza ha?
  2. Daresti dei ottimi consigli ad un tuo avversario diretto? Ti fidi? Sei sicuro che ti vuole aiutare?

Vedi un po’ te?

10. Avere fretta in fase d’asta.

Infatti un’altra variabile importante da non sottovalutare è quella di fissare impegni per il dopo asta, ma conoscendo le tempistiche del gioco, che possono superare tranquillamente le 5 ore, per un’asta fatta bene. Avrai tutta quella fretta e ansia per colpa dell’appuntamento preso.

Quando si gioca al fantacalcio, dobbiamo essere concentrati e tranquilli, prenderci tutto il tempo che ci vuole a fare bene.

I tuoi avversari percepiscono la tua frustrazione e la useranno contro di te.

11. Non essere concentrati al 100%

Sappiamo che oggi con i vari telefonini e tablet, si fa fatica a restarne concentrati su quello che dobbiamo fare. La miglior scelta da fare durante l’asta iniziale, di riparazione e durante tutta la stagione e di mettere da parte tutti questi strumenti.

Il telefono, tablet e computer, ci possono essere utili durante l’asta e per schierare la propria squadra in ogni giornata di campionato, però devono avere solo questo scopo mentre siamo con la testa sul fantacalcio.

Se riceviamo mille chiamate, messaggi e notifiche varie, non saremmo mai concentrati al 100% su quello che dobbiamo fare e questo ci porterà a brutti risultati.

Devi pensare come un momento sacro, un tempo preso per gestire al meglio la mia rosa, poi mi concentrerò a rispondere alle varie fidanzate e mamme che mi rompono i coglioni.

12. Fare il tirchio

Non fare il tirchio al fantacalcio, quel budget lo devi spendere se vuoi vincere. Vedo tantissimi fantallenatori che finiscono il campionato con ancora metà budget, un terzo del budget.

A cosa serve? Tanto quei fantamilioni vengono cancellati per la stagione successiva (poi ci sono anche eccezioni).

Non dico che devi buttar via il capitale che hai, devi stare attento a come investirli, ma se non investi appunto, rimangono lì e non servono a niente.

Poi se ci vai a pensare, per avere i giocatori giusti quel gruzzoletto lo spenderai. Se rimani con tanti fantamilioni un motivo ci sarà.

Eccoli tutti gli errori da evitare:

  • Non studiare
  • Non creare la tua lista dei giocatori
  • Non portare gli strumenti che ti servono per l’asta
  • Non conoscere le regole della lega
  • Non avere una strategia o modulo di gioco
  • Puntare solo su una squadra
  • Non suddividere il proprio budget prima dell’asta
  • Farsi fregare dal tifo o dalle simpatie
  • Ascoltare i suggerimenti dagli amici avversari
  • Avere fretta in fase d’asta
  • Non essere concentrati al 100%
  • Fare il tirchio

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui