Perché vince sempre la Juventus in Italia?

Sono passati più di sette anni oramai da quando Antonio Conte con la sua prima Juve, iniziò il grande percorso di vittorie da parte della squadra bianco nera.

Questa striscia di vittoria dura ancora oggi e non sembra volersi fermare, infatti la Juventus continua ad essere la squadra più forte, prima in classifica, con la rosa più completa, la società più rosea e con le prospettive migliori per il prossimo futuro.

Ma quali sono state le condizioni e caratteristiche che hanno portato la squadra di Torino a vincere così tanto?

La società Juventina negli ultimi anni non ha mai cambiato padrone, è sempre rimasta con una solidità societaria invidiabile.

La presidenza gioca un ruolo molto importante nelle società sportive e nel calcio italiano attuale, con tanti cambi di proprietà, fallimenti societari e svendite dovute alla crisi, avere un club solido e che da continuità ai progetti fa la differenza.

Il ruolo pratico di Andrea Agnelli come primo manager della squadra da serenità all’ambiente, il suo contributo constante, che rimane invariato nel tempo, porta ad un equilibrio e mentalità vincente.

Lui non si stacca mai dal suo gioiellino, un pilastro su cui contare ogni giorno, fa orari d’ufficio ed è sempre pronto a trovare soluzioni per migliorare il club.

Questo valore imprenditoriale ha portato la Juventus ha investire tanto sul presente, ma principalmente sul futuro del club, anticipando nettamente la concorrenza.

Pensiamo solo al fatto che tra i top club italiani è l’unica società ad avere un stadio di proprietà, può investire sempre di più sui propri store e rapporto stretto con i tifosi.

L’impoverimento economico delle altre società calcistiche è stato grande, la competitività della serie A è crollata tantissimo e solo ora riusciamo a vedere un pò di tranquillità all’orizzonte.

Qualche anno fa anche le squadre di media classifica avevano grandi colpi di mercato ed alcuni top player, oggi purtroppo questo non avviene più, l’appetibilità del nostro campionato all’estero è ai minimi storici, “nessuno” vuole venire a giocare in Italia.

Qualcosa su questo fronte è cambiato dopo l’arrivo di CR7, dal prossimo calciomercato nell’agosto 2019, dopo che Milan e Inter avranno i conti apposto e ci sarà disponibilità di tanti grandi nomi a costo zero, probabilmente cambierà il destino della serie A su questo fronte.

Con l’assenza forzata delle milanesi, entrambi con grossi cambiamenti societari e storie assai travagliate, che purtroppo ancora non sono finite del tutto, la serie A per moltissimi anni, troppi anni, ha perso due club che lotavano sempre per la supremazia.

Le vere antagoniste degli ultimi anni Roma e Napoli, non hanno potuto fare la differenza come avrebbero voluto. La distanza economica ed organizzativa, di fatturato e tifoseria è stato molto evidente.

In campo però hanno fatto molto bene, ma non in grado di tenere il passo sempre costante della Juventus, la coperta è sempre stata corta. In panchina non hanno mai avuto calciatori di grande livello e durante una lunga stagione, con la somma di tutti gli impegni in coppa Italia e coppe Europee,  la fatica si è fatta sentire.

Il circolo vizioso del potere, dove chi vince guadagna di più dagli sponsor e distribuzione dei premi dalle competizioni nazionali ed europee, ha creato uno stacco nettissimo.

La juventus negli ultimi 6 anni ha incassato più premi derivati dalla Champions League che Inter, Roma, Napoli e Milan messi assieme, un trend che sembra voler crescere visto gli ultimi deludenti risultati delle altre squadre italiane. Insomma non c’è storia!

Poi in questo finale del 2018 la Juventus sta preparando per arricchirsi ancora di più, infatti è entrata il 27 dicembre nel Ftse Mib, tra, pensa un pò, le 40 aziende più quotate in Italia, con maggiore capitalizzazione.

Questo permetterà ancora di più, al Chief football officer Paratici, di portare grandi nomi in Italia, ricordiamoci il suo lavoro insieme a Marotta, che con grandi colpi a parametro zero hanno cambiato il volto della rosa.

Sono riusciti a prendere in questi 7 anni giocatori molto utili e ben integrati con la rosa, colpi geniali come, Pirlo, Pogba, Can e l’ultimo in dirittura d’arrivo, il gallese Ramsey.

Ora c’è solo l’Inter più vicina, secondo te con l’arrivo di Marotta e con il consolidare del capitale, potrà l’Inter vincere il titolo nella prossima stagione?

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui