Albert Gudmundsson sarà un nuovo calciatore del Genoa, l’ottavo innesto di gennaio dopo Frendrup.

L’ala destra islandese classe 1997: arriva dall’AZ Alkmaar, con un’operazione da 1,2 milioni.

In questa stagione ha giocato 28 partite, con 6 gol e 2 assist, tra campionato, coppe e Conference League.

Ma chi è Albert Gudmundsson? Può fare bene in serie A? Scopriamolo insieme.

Albert Guðmundsson è nato a Reykjavík, il 15 giugno del 1997, è un calciatore islandese, attaccante del Genoa e della nazionale islandese.

Cresciuto in una famiglia di calciatori, il padre Benediktsson è allenatore di calcio, con esperienze da calciatore in patria e in Belgio, e 10 presenze in Nazionale tra 1996 e il 2001.
Il Bisnonno pensate è stato il primo calciatore professionista Islandese, giocò anche in Italia, al Milan.

Albert inizia a giocare a calcio nella squadra della capitale, con il Reykjavík, ma la famiglia per farlo crescere ancora, lo portano in Olanda, alla corte del Heerenveen.

Diventa subito protagonista delle squadre U19 e U21, per la sua rapidità e buona tecnica di base, con un destro naturale preciso e forte.

Advertisement

Nel giro delle nazionali del suo paese da sempre, passando dall’U17, 19 e 21. Ora con già 29 presenze con la nazionale maggiore.

Ama partire da dietro le punte, infilandosi negli spazi e creando caos nelle difese avversarie, dinamico e preciso. Bravo anche a dribblare gli avversari e nel concludere a rete.

Queste caratteristiche lo portarono subito a giocare nel PSV, infatti nell’U21 della squadra di Eindhoven ha giocato 63 partite, con 28 gol e 14 assist.

Sembrava destinato a esplodere in prima squadra, ma dopo sole 12 partite e 4 assist nella stagione 2017/2018, fu venduto all’AZ Alkmaar per 1.8 milioni di euro.

E finalmente trovò l’ambiente giusto per crescere e maturare a suon di gol, diventando titolare e decisivo in molte partite. Sono state 98 partite, 24 gol e 10 assist.

Ha conquistato anche il mondiale del 2018 giocando pochi minuti nella partita persa contro la Croazia. Ma ora gioca tanto in nazionale, con già 9 presenze nelle qualificazioni per il mondiale del Qatar.

Secondo me in Italia potrebbe fare molto bene con le sue qualità, avrà bisogno di qualche settimana per ambientarsi e capire bene i movimenti, ma è già pronto per la serie A, con un’ottima esperienza internazionale.

Una mina vagante per le difese avversarie in questo Genoa che vuole stupire nel 2022.
E tu che ne pensi di Gudmundsson? Può fare bene in Italia? Lascia un tuo commento qui sotto.

 

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui