Quali sono, quale scegliere e come comportarsi.

Esistono vari tipologie o modalità per le nostre aste tra cui scegliere, ogni una di loro ha le proprie caratteristiche, pregi e diffeti.

L’asta come sappiamo, è una parte fondamentale per la nostra stagione di fantacalcio, è sempre la più coinvolgente e divertente.

Scegliere la modalità giusta è importante, vivere l’asta nel modo corretto può garantire a tutti serenità e appagamento.

Le modalità off-line, cioè quelle dove ci si vede in un grande tavolo faccia a faccia, che poi sono quelle più belle, sono 2:

La prima modalità è quella in ordine alfabetico:

Dove un banditore, scelto da tutti i fantallenatori (può essere il presidente di lega, uno dei fantallenatori, oppure una persona che non farà parte all’asta) chiama in ordine alfabetico i nomi dei calciatori, in base ad una lista già predefinita in partenza.

Solitamente le liste dei calciatori escono dai vari portali o testate dedicate all’inizio o metà agosto e sono divise per ruolo o per squadra.

Bisogna scegliere quindi il giornale di riferimento (Es. Gazzetta dello sport) o piattaforma dove prendere la valutazione e dati dei giocatori, scegliere in che ordine (da quale reparto) chiamare i singoli calciatori che verranno contesi da 2 o più partecipanti.

Quindi in questa modalità non si può chiamare il giocatore che si vuole, non esiste la libera chiamata. Devi aspettare che arrivi il turno del giocatore che vuoi, per puntarlo.

È sicuramente la tipologoia di asta che richiede più concentrazione, non abbandonare mai il posto di lavoro, non andare in bagno o fare una chiamata mentre si sta svolgendo l’asta, se no ti possono fregare il giocatore che vuoi.

Resta concentrato fino alla fine, non abbassare la guardia.

La seconda modalità è quella della chiamata libera:

Dove uno alla volta, dovete chiamare il calciatore che si vuole in squadra, aprendo le danze per il giocatore appena chiamato.

La prima cosa che si deve fare è decidere chi chiama per primo tra i fantallenatori (non esiste una regola) e poi tutti gli altri, solitamente per semplificare si va in ordine alfabetico, oppure dal più giovane al più vecchio.

Meglio suddividere anche qui l’andamento in base ai reparti, cioè partire dai portieri e finire con gli attaccanti, se non fatte in questo modo si rischia molta confusione e arrabbiature tra le persone.

Più ordine si da meglio è, l’asta è a chiamata libera, che non significa fare tutto ciò che vuoi, ma giocare pulito e non scavalcare gli altri.

Anche qui devi essere molto concentrato, ma ti verrà spontaneo, ogni chiamata è una sorpresa.

Non sparare subito i nomi di quelli che vuoi, aspetta il momento giusto, fai delle finte puntate da massimo 1 fantamilione. Serve a stordire gli avversari e farli spendere crediti per i vari bidoni.

Qui non esiste un banditore ma di volta in volta ogni partecipante all’asta lo diventa temporaneamente, attenzione al budget, non spendere troppo subito all’inizio. Ricordati che se parti dai portieri il cammino è lungo fino agli attaccanti.

L’unica modalità on-line valida che vi presenterò è quella dell’asta a buste chiuse:

cosa significa a buste chiuse?

Significa che ogni puntata viene fatta senza rivelare agli altri fantallenatori, la cifra (i fantamilioni) utilizzati fino ad una scadenza prestabilita.

Perciò in questa modalità dobbiamo fare un’offerta libera che verrà mostrata all’apertura delle buste.

Dobbiamo fare delle ipotesi, cercare di capire con quanti fantamilioni riuscirò a prendere un determinato calciatore, quanto devo investire, ma anche quanto gli altri punteranno sul giocatore.

Si deve impostare in maniera precisa, le scadenze e aperture buste. Al termine della tornata il calciatore sarà asseganto al miglior offerente.

In caso di parità, il calciatore verrà asseganto al primo che ha puntato su di lui, oppure ritorna sul mercato, disponibile per il prossimo turno di asta.

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui