SOS(ta)

post 3 prime giornate - SOS(ta)

Quando devi dire qualcosa a qualcuno di solito si dice: “ho due tipi di notizie, buone e cattive. Con quali parto?”

Bene, vi risparmiamo la fatica e partiamo dalle brutte, dicendo che siamo arrivati alla prima sosta del campionato, dopo un inizio a dir poco tormentato.

Poi però le buone, un elenco di calciatori da tenere in considerazione visto i rendimenti nelle proprie compagini.

Una delle cose che i fantallenatori più temono, è la sosta per le nazionali, perché i loro pupilli si mettono a forte rischio infortunio. Ma così si decide ai piani alti e quindi ne subiamo noi le conseguenze. Molti di loro infatti partiranno alla volta delle proprie nazionali.

Andiamo dunque, in questo periodo di pausa, ad analizzare ruolo per ruolo (indicando un 11 ideale), quali siano stati secondo noi, i migliori calciatori di queste prime 3 giornate di Serie A.

Analisi fatta tenendo ovviamente in considerazione, che le gare della prima giornata delle due genovesi non si sono disputate a causa, ci duole ricordarlo, del crollo del ponte Morandi. Ci piace rimarcare che tutto lo staff rimane vicino alle famiglie delle vittime tenendone vivo il ricordo.

Tornando invece al fantacalcio ed alla nostra analisi, è bene precisare che non presenteremo solo i nomi dei calciatori considerando la media dei voti più i Bonus/Malus delle più importanti testate giornalistiche di settore, ma un’analisi in relazione a ciò che è stato fatto in queste prime tre giornate per rilevanza non solo Fantacalcistica.

In porta splende Gomis complice l’avvio di una Spal a dir poco spumeggiante, partita subito con due vittorie contro le rivali dirette per la salvezza Bologna e Parma, ed arresa solo ad un Toro che vince dopo il diluvio piemontese. Nessuno infatti si aspettava che la Spal avesse alla terza giornata la miglior difesa con un solo goal subito come la Fiorentina, che però ha una partita in meno.

Il campionato è partito, e come spesso accade, con le piccole che fanno la voce grossa alle grandi, come il Sassuolo, altra squadra partita a razzo, piegando l’Inter, portandosi al pareggio con una squadra ostica come il Cagliari e battendo il Genoa per 5-3.

Infatti complice anche il goal segnato (che ha portato in vantaggio il Sassuolo nell’ultima prestazione) è Pol Lirola uno dei tre difensori che abbiamo scelto. Sicuramente insieme ad un ex Sassuolo perché Acerbi, che da quest’anno è su sponda Lazio, malgrado le due sconfitte contro Napoli e Juventus, rimane uno dei migliori in tutta la Serie A, uno che finora non ha portato bonus (ma pensiamo che li porti) ma soprattutto nessun malus.

Altro difensore che si sta rivelando sempre più all’altezza è N’Koulou che è lui a stendere al tappeto proprio quella tanto sopracitata Spal.

Ma a centrocampo le cose cambiano, ne abbiamo scelti quattro, e ci hanno sorpreso per preparazione fisica e risolutezza.

Il buon vecchio Kevin Prince Boateng la fa da padrone in fase realizzativa; una sola parola per lui, se lo si può definire ancora un centrocampista: Devastante.

Poi l’unico che cerca realmente di mettere una pezza ad un Inter piena di incertezze, e fresco di secondo posto al mondiale Perisic. Ci vuole sostanza oltre che goal, e due che stanno mettendo a ferro e fuoco i centrocampi avversari sono l’instancabile Allan che sembra proprio come i social lo descrivono un diavolo della Tasmania (noto personaggio dei cartoni della Warner Bros.). Ed un Fofana che ha ritrovato nell’Udinese di un esordiente allenatore Velàzquez le qualità di un paio d’anni fa, che avevano alzato forse un po’ troppo le aspettative dei fantallenatori della scorsa stagione.

Passiamo invece agli attaccanti, quest’anno più a secco che mai nelle prime battute di campionato. Allora visto che vogliamo premiare una piazza come Genova dato il brutto momento che sta passando, non si può non inserire la vera sorpresa di questo inizio di stagione; Piatek! Per lui 3 goal in due partite, e sembra che sia proprio lui che debba risollevare le sorti di un Genoa che mai come quest’anno sembra puntare la salvezza.

Ancora un giocatore del Sassuolo a cui tutti tengono, l’enfant prodige calabrese che sembra essere rinato con De Zerbi a guidarlo, Domenico Berardi. Ce ne sarebbero tanti altri da elencare dal Papu Gomez della Dea (Atalanta) alla speranza del Cagliari che passa dalla testa di Pavoletti ad un giovane come Rigoni (ATA). Ma non possiamo non dare un posto ad un attaccante centrale di razza, campione di umiltà, vice campione del mondo con la Croazia, ed uno che partiva da comprimario del divo Cristiano Ronaldo. Super Mario Mandžukić, perché è lui l’attuale faro dell’attacco bianco nero.

Ci sarebbe da parlare ancora per tanto, di tutte le altre squadre e di tutti i flop di questo avvio di stagione, ma vi lasciamo attendere la prossima settimana.

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui