3 Storie da non credere sul calcio

3 Storie da non credere sul calcio

sean connery - 3 Storie da non credere sul calcio

Sean Connery (ex James Bond) al Manchester United

Esatto! Sean Connery, uno dei più famosi 007 della storia è stato veramente ad un passo dal Manchester United.

Come buon scozzese, amava il calcio e così nel 1952 in cambio di 5 scellini alla settimana decise di giocare in una squadra Juniores, la Bonnyrigg Rose Athletic Football.

Era da poco tornato dalla marina britanica, ma voleva come spesso accade a 22 anni cambiare completamente vita e dedicarsi al suo sport preferito, anche per tenersi in forma e conquistare le più belle fanciulle, supporters del club.

La divisa della squadra a strisce rosse e bianche non riusciva a nascondere quel ragazzone con più di uno e novanta, con la sua stazza e stato messo subito in difesa. Nat Fischer che all’epoca era uno dei suoi compagni di squadra, dice che tutti gli avversari avevano paura di lui.

La storia narra che il nostro grande Sean, è riuscito a segnare un gol da ben 30 metri con un tiro potentissimo oltre ad essere una vera diga la dietro.

È stato offerto a tante squadre inglese e scozzese, quella più interessata era la squadra del East Fife, ma Matt Busby, allora manager del Manchester United ci credeva molto in lui.

Il Manchester infatti gli offri 25 sterline a settimana per unirsi ai diavoli rossi, Sean non ha accettato l’offerta, era intenzionato ad diventare un attore, infatti dopo due stagioni ha lasciato la piccola squadra di Edimburgo.

Si era reso conto che per diventare un calciatore famoso ed elite, doveva allenarsi tanto e mediamente avere un’età di 30 anni, all’epoca aveva solo 23 e quindi ha cambiato il proprio destino, secondo me non ha fatto male, tu che ne pensi?

Detail from game on old soccer field 1024x682 - 3 Storie da non credere sul calcio

L’origine del nome “Soccer” è Inglese.

Anche se gli inglesi lo chiamano “football”, la parola soccer ha origini inglesi.

Secondo SportsPickle, il gioco fu sviluppato per la prima volta nella prigione di Newgate a Londra nei primi anni del 1800, perché i prigionieri che avevano le mani tagliate per i crimini di furto volevano uno sport che usasse i loro piedi.

Più tardi in quel secolo, emerse una forma di gioco chiamata “Association football”, che fu poi abbreviata in “assoc” prima di diventare “soccer” negli anni ’60 dell’Ottocento.

Mentre il gioco cresceva in popolarità, in Inghilterra divenne noto come il Football mentre negli Stati Uniti lo chiamano ancora “soccer”.

china 1024x682 - 3 Storie da non credere sul calcio

Il “Cuju” chinese come primo sport simile al calcio

È uno sport veramente antico, si parla del periodo del 3° secolo a.C. era molto simile al calcio moderno, pensate che storia!

Il suo nome significa letteralmente “calciare il pallone”, tra i primi registri su questo sport si deve alla dinastia Han.

Infatti alcuni dicono ch’è stato proprio l’imperatore giallo in persona a creare il gioco, per aiutare alle truppe ad allenarsi e divertirsi allo stesso tempo.

Ming Emperor3 - 3 Storie da non credere sul calcio

Tantissimime partite locali venivano giocate con la presenza della corte e all’interno dei palazzi imperiali e governativi.

La cosa più interessante qui è che sono stati i cinesi a creare il primo pallone ad aria al suo interno per giocare a Cuju, dove anche le porte avevano tra due pali una rete che segnava se veniva colpita il punteggio.

Quindi abbiamo in questo gioco, due squadre distinte, una porta completa di rete, un pallone ad aria al suo interno, un numero fisso di giocatori per squadre, fonti parlano anche di arbitri in mezzo al campo.

Non c’è dubbio che il calcio “classico” non è nato in Inghilterra ma in Cina!

Storie da non credere sul calcio, tu che ne pensi?

Lascia un commento