Il tempo in cui contava avere soltanto 2 o 3 attaccanti forti per vincere

non ci sono i bomber di una volta - Non ci sono più i bomber di una volta

Qualche tempo fa esistevano dei bomber che ti garantivano almeno 20 reti a stagione, pensate a Inzaghi, Batistuta, Milito, Baggio, Totti, Schevchenko ecc.

Calciatori “goleador” sicuri! Che erano una garanzia per tutte le squadre. Non serve andare tantissimo indietro nel tempo per trovarli.

Oggi non dico che non ci siano calciatori in serie A da 20 gol, ma sono ben pochi quelli che ti garantiscono tanti gol con una certa continuità, rispetto a qualche anno fa.

Quest’anno sembra che soltanto 3/4 calciatori potranno raggiungere tale cifra, Ronaldo, la sorpresa Piątek,  Quagliarella e forse Immobile.

Questo ci porta a pensare che per vincere al fantacalcio e nel calcio reale più che mai, serve una squadra equilibrata, dove tutti possono segnare e regalare bonus.

Qualche anno fa se prendevi 3 calciatori da 20 gol, ti avevi assicurato almeno il podio per quella stagione, come per esempio solo 10 anni fa nella stagione 2008/2009 trovavi a fine campionato, IBRA a 25 reti, Di Vaio a 24, come Milito a 24 e Gilardino a 19.

Se ne prendevi due di loro eri già tranquillo di prendere bonus con continuità.

Ma la cosa più importante di questi dati è la continuità di questi bomber in molte, continue stagioni. Oggi questo non accade più, in una stagione arrivano tra i primi in classifica marcatori e poi nell’altra stagione sono fuori anche dal podio.

Pensate anche alla continuità stagione dopo stagione di Milito, Ibra e Di Natale dal 2009 al 2013, questo non lo trovi più.

Guardate Higuain, Icardi, Dzeko e Bellotti che in una stagione giocano da Dio e riescono anche a battere i vari record della serie A ed in un’altra stagione segnano poco o niente.

Il calcio è cambiato, anche nelle provinciali si trovavano veri Bomber di classe, forse quest’anno con Piątek riusciamo a trovarne almeno uno da 20 gol.

Le difese ora sono più forti e la figura dell’attaccante e cambiata, sempre più partecipe alla creazione del gioco piuttosto che a concludere le azioni.

Poi con l’introduzione dei vari modificatori per il fantacalcio, il valore degli altri ruoli nel tempo è cresciuto tantissimo, solo il ruolo dell’attaccante ha perso di valore, come nel calcio reale.

Adesso si vince soltanto con una squadra ben bilanciata.

Tu che ne pensi?

LASCIA UN COMMENTO

dai inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui